Come costruire una macchina del tempo

Macchina del tempo

Sicuramente vi sarete posti la domandona da millemila euro: si può viaggiare nel tempo? La risposta è banale ed è sì. Lo stiamo anche facendo in questo preciso momento. Come? Sì, avete ragione, era sottinteso che il trascorrere del tempo fosse vistosamente evidente e che si potesse pure andare in retromarcia nel passato. Be’, per fare tutto questo occorre avere una macchina del tempo. Si può costruire con questi semplici oggetti:

  • un wormhole
  • un sistema per stabilizzare e sfruttare l’oggetto del punto precedente
  • un paio di forbici dalla punta arrotondata
  • una stella di neutroni
  • un’astronave tecnologicamente avanzatissima
  • taaaanta colla vinilica
  • un po’ di pazienza

Oppure, se siete degli sfaticati, vi trovate uno stargate realizzato da qualche civiltà aliena e siete a posto. Semplice no? Certo, io non sono sceso nei dettagli, ma c’è chi si è addentrato un po’ di più nella questione. Lo potete scoprire scaricando questo articolo da Le Scienze. È di poco più di dieci anni fa ma rimane comunque interessante. L’autore è Paul Davies, un fisico teorico del’Australian Center for Astrobiology della Macquarie University di Sydney. Parla a grandi linee di come potere realizzare una macchina del tempo e alcune delle cose che vi ho messo nella lista di prima non sono affatto campate per aria ma strettamente necessarie. Mi riferisco alla colla vinilica, è ovvio.
Brevemente, abbiamo due casi. Qualora si volesse viaggiare verso il futuro – che è il caso più “semplice” – possiamo procedere in due modi. Il primo è variare la propria velocità aumentandola fino a percentuali rilevanti di quella di c dove con c intendiamo la velocità della luce (e con velocità della luce intendiamo circa 300000 km/s; nel vuoto eh!). L’argomento è così interessante che con ogni probabilità ci dedicherò un post con il paradosso dei gemelli e tutto il resto, ma detta in soldoni la questione è che viaggiando a velocità prossime a c, il tempo scorre con una differenza evidente nel sistema di riferimento inerziale avente tale velocità rispetto a un altro sistema di riferimento (anch’esso inerziale) che lo osserva: il viaggiatore che stiamo considerando infatti non percepisce nessuna modifica nello scorrere del proprio tempo! Se al momento la vostra faccia dovesse essere simile a questa

Faccia disorientata

comprendo perfettamente che la situazione possa generare confusione e di questo sappiate che dobbiamo ringraziare Einstein. Il secondo modo invece è avvicinarsi a un corpo massivo (come lo è una stella di neutroni): la gravità non solo agisce sulla massa, ma anche sul tempo. Se ci fosse possibile arrivare nei pressi di una stella massiccia o di un buco nero e tornare indietro incolumi, il tempo nel resto dell’universo sarebbe trascorso “più velocemente” e noi saremmo nel futuro. Ancora una volta dobbiamo dire grazie al vecchio Albert per tutto ciò.
E per viaggiare nel passato? Ecco, qui la situazione si fa un attimino più complicata perché dovremmo maneggiare un wormhole. Purtroppo non si trova in vendita tra i prodotti per la casa e si deve sperare di trovarlo in natura o di crearlo artificialmente. Ma che cos’è di preciso? Il nome parrebbe non fargli molto onore. Worm significa verme, mentre hole indica un buco. Insomma, è ‘sta roba qui

Mela bacata

Eppure trovo che sia una locuzione particolarmente indicativa. Si tratta infatti di un cunicolo che permetterebbe il collegamento di due punti distanziati tra loro non solo nello spazio ma anche, eventualmente, nel tempo. Qualche dettaglio in più lo trovate nel link (ah, ve l’ho detto che sarà disponibile solo per un mese? Downloadatelo subito!). Da qui poi nascono tutta una serie di paradossi che sono una variante del famoso un tizio va nel passato, uccide suo nonno prima che generi uno dei suoi genitori, lui non nasce e non può compiere il viaggio nel passato. Vi lascio con la curiosità di scoprire da voi gli altri.

Ah, cercando delle buone immagini per mostrare un wormhole, ne ho trovate due che mi piacciono parecchio e che vi metto qua, una e due.

Annunci

2 thoughts on “Come costruire una macchina del tempo

  1. “un tizio va nel passato, uccide suo nonno prima che generi uno dei suoi genitori, lui non nasce e non può compiere il viaggio nel passato…..”.

    non male come idea….

    non male.

E ora scrivi qualcosa tu!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...